Inizia a lavorare con me! – Iscriviti al percorso “Vita da Escaper”

Vuoi dare finalmente una svolta alla tua vita lavorativa? Ti racconto in dettaglio il mio percorso “Vita da Escaper”.

[Lo so, questo articolo è lungo. E ormai facciamo una fatica incredibile a leggere testi lunghi. Ma è lungo apposta. Perché se arriverai fino alla fine allora vorrà dire che starai realmente rispondendo di “sì” alla domanda posta nel titolo!]

🟡 DA DOVE SONO PARTITA.

Le parole sono importanti, si sa.

Tutte le parole sono importanti, anche quelle brevi.

Ci sono due parole brevissime che hanno tormentato in passato la mia vita.

Ed è da queste due parole, due parole separate da una virgola, che è nato tutto.

Le parole in questione sono: “sì, ma…”

Due semplici parole che, messe insieme, pesano come un macigno.

Sono quelle che mi sono ripetuta per anni quando lavoravo da dipendente, non ero felice (e mi sentivo in colpa per questo, perché ci hanno sempre detto che avere un lavoro è importante, è una fortuna, “sai quante persone vorrebbero avere un lavoro e invece…”), guardavo a chi aveva creato qualcosa da sé, aveva tempo e libertà, e subito dopo pensavo: 

“Sì, ma…”

Quello che arrivava dopo i puntini sospensivi era di volta in volta diverso, occupato da ciò che quelle persone a mio avviso avevano e a me mancava.

Quasi sempre si trattava di una questione economica: “sì, ma loro hanno i soldi e io no”

Altre volte era un talento: “sì, ma lei/lui sanno fare x che io non so fare”

Altre ancora una motivazione: “sì, ma io non sono sicura che…”

È stato solo quando, dopo essermi letteralmente stancata di me stessa, sono andata a indagare concretamente le ragioni dietro quel “sì, ma…” che la mia vita è cambiata. 

E non è cambiata grazie ad un miracolo, o ad una botta di fortuna.

Ma grazie ad una serie di passi che ho messo in fila uno dietro l’altro e che mi hanno portato dove sono oggi.

Quando ho iniziato a fare questo nuovo lavoro di Escape Coach®, per condividere con altre persone questi passi, pensavo di aver trovato una sorta di “quadratura del cerchio”.

“Fate come ho fatto io”, era il messaggio.

Ma poi, con gli anni, dopo essermi confrontata con persone di ogni tipo, dunque con tutto ciò che “riempiva” la loro individualità (situazioni personali, familiari, paure, resistenze, blocchi e via dicendo) ho capito che per quanto il mio Metodo potesse essere efficace e apprezzato, mancava qualcosa.

Questo qualcosa non riuscivo bene a definirlo. 

All’inizio non trovavo la parola giusta, poi pian piano è arrivata, anche se era in realtà una metafora.

Mancava l’”abbraccio”.

Mi sono resa conto infatti che non poteva bastare il videocorso che avevo creato, il libro che avevo scritto o le consulenze individuali che facevo.

E non perché non fossero validi.

Ma perché il “sì, ma…” radicato in ognuna delle persone che incontravo era più pervicace di quanto si potesse immaginare. 

E necessitasse pertanto di essere scardinato abbracciando la persona in questione nella sua totalità, facendola sentire “al sicuro” non solo dal punto di vista degli strumenti pratici forniti, ma anche e soprattutto sostenendola quotidianamente in ogni pensiero, sfida o blocco che potesse intervenire.

Mi sono detta: e se trovassi il modo di far sì che queste persone possano sentire e sapere ogni giorno che io ci sono e che non stanno acquistando un percorso passivo?

E se potessi dare loro la sicurezza di poter sempre passare dal pensiero all’azione, senza per l’appunto processare il pensiero prima di agire?

[Quello che ti ho appena descritto è ciò che, insieme alla Paura, blocca più spesso i progetti di Cambiamento, ovvero darsi la risposta “dentro”. Darsi una risposta dentro di sé è sbagliato perché presuppone, perdona il gioco di parole, una presunzione poco realistica: ogni nostra azione è sociale, perché siamo esseri umani e viviamo in società. Il mio Cambiamento non può essere avulso dal confronto con l’Altro, perché implica necessariamente – altrimenti non sarebbe un lavoro e quindi nessuno potrebbe pagarmi – una interazione con l’esterno].

Vita da Escaper è nato da queste due domande.

E dunque dal fatto che:

  • non poteva essere un percorso passivo, altrimenti saremmo stati punto e a capo sulla mancanza di supporto.
  • non poteva essere un percorso solo individuale, perché se anche per assurdo io potessi sdoppiarmi in centinaia di Monica le nostre disponibilità in termini di tempo potrebbero non coincidere.

A questo ho aggiunto un desiderio:

  • quello di voler creare un percorso che fosse davvero adatto a tutte e tutti, ossia senza prerequisiti di nessun tipo: per parteciparvi non conta infatti avere una laurea o meno, oppure se sei una manager, un impiegato, un’operaia o un disoccupato. Non conta la tua età (il range dei miei clienti ad oggi è 28-69!), né quanti soldi hai, né dove vivi, né ciò che hai fatto finora. È insomma il percorso più democratico che c’è, perché penso che il desiderio di una vita lavorativa soddisfacente debba essere universale!

🟡 COME TI SUPPORTO: I TRE STRUMENTI (+1)

In seguito a tutti questi ragionamenti ho deciso di creare un percorso non passivo ma ibrido, che potesse da un lato permettere di fare un lavoro in autonomia, attraverso le videolezioni registrate, da vedere quando si desidera, e dall’altro un supporto attivo costante, presente ogni qual volta ci sia la necessità di un confronto.

Il supporto viene offerto tramite tre strumenti (+1):

1 . Sotto ogni videolezione c’è un Forum, in cui io sono presente quotidianamente per rispondere ad ogni possibile domanda sul contenuto della videolezione e sugli esercizi contenuti nei workbook relativi. Si crea così un filo diretto: guardi la lezione, hai un dubbio, non lo processi interiormente, bloccandoti magari, ma lo scrivi e lo condividi.

I dubbi e le paure, ovviamente, sono comuni a tutt*, quindi non solo nelle risposte che darò a te ma anche nelle risposte che darò ad altre persone tu potrai sicuramente trovare spunti e ispirazioni, spesso trovando in anticipo la risposta anche a ciò a cui non avevi ancora pensato.

È un vero e proprio servizio di coaching continuativo.

Pensa che c’è chi prende appunti da ogni risposta che do in un quaderno apposito, proprio per avere sotto mano tutte le risorse quando potranno essere necessarie! Nei forum potrai condividere sia testi che link a file per avere un feedback su ciò a cui stai lavorando.

2 . Una volta al mese c’è una live di gruppo di due ore (se serve, sforiamo anche senza problemi!). Qualche giorno prima della live riceverai il link per partecipare e avrai la possibilità di inviare le tue domande o di scrivere ciò che vuoi condividere  in relazione al tuo percorso. Avrai così la possibilità di accedere ad un coaching diretto con me. E non preoccuparti se non potrai essere presente live. Tutte le live vengono registrate, e il giorno dopo riceverai la registrazione. Potrai quindi sottoporre la tua domanda e recuperare la mia risposta anche in seguito. 

In questo caso, il “nutrimento” è dato non solo dall’ascolto di chi ha storie e situazioni simili alle tue (l’aggettivo più usato quando ci si rende conto che c’è chi vive e pensa ciò che pensi tu è: “liberatorio”) ma anche da ciò che è differente. Capita spesso che una mia risposta possa infatti stimolare all’azione su progetti totalmente diversi, grazie alla condivisione di Energia e di stimolo all’azione.

3 . Con l’iscrizione al percorso avrai accesso, se vorrai, ad un gruppo Facebook privato (quindi, come per il Forum, nessuno può sapere che sei lì dentro, a parte gli altri partecipanti) in cui troverai non solo le persone iscritte al percorso come te ma anche tutte quelle che, in passato, hanno lavorato con me al loro Cambiamento.

Qui la forza risiede proprio nel fatto che, in qualunque punto del percorso tu sia, le altre persone hanno vissuto esattamente le stesse fasi in passato o le stanno vivendo nel tuo stesso momento, quindi possono – insieme a me – aiutarti e sostenerti. 

Il gruppo, a differenza dei Forum che sono per l’appunto solo per chi è iscritt* a Vita da Escaper, serve non solo in ottica di condivisione personale ma soprattutto per quando ti troverai nella fase di test del tuo progetto (più sotto trovi tutto spiegato in dettaglio). Avrai insomma un focus-group di persone tutte diverse tra loro che potranno via via darti il loro feedback sui vari step del percorso e poi magari in seguito, come spesso accade, diventare anche i tuoi primi clienti.

Il +1 di cui ti parlavo sopra è dato poi dalla possibilità che avrai sempre, se ce ne sarà il bisogno, di accedere anche a delle consulenze individuali con me.

Le consulenze non sono incluse ovviamente nel prezzo del percorso e dico “se ce ne sarà il bisogno” per un motivo molto semplice. Nel percorso, come vedrai tra un attimo, c’è davvero tutto ciò che ti serve. Ma sempre per il fatto che siamo tutti diversi potrebbe darsi che nel tempo, a causa di una tua situazione personale o in relazione alla peculiarità del tuo progetto – due fattori ovviamente non prevedibili in partenza – tu possa sentire il bisogno di un ulteriore approfondimento con me.

Fino ad oggi è accaduto all’incirca al 20% delle persone iscritte, e per motivi molto diversi: oltre a quelli elencati, infatti, c’è anche chi desidera fare ad esempio un check personalizzato con me ogni due mesi a prescindere da tutto. In ogni caso, l’accesso alle consulenze individuali resterà per sempre scontato del 20% rispetto al prezzo al pubblico. Mentre scrivo questo articolo, la sessione di consulenza con me per te ha il costo di €96 (anziché €120) dura un’ora e a seguire hai una settimana di assistenza via mail dedicata. 

Tutto quanto elencato resta a tua disposizione per due anni dal momento dell’iscrizione, poi rinnovabili eventualmente di anno in anno.

E se ora ti stai chiedendo “ma perché, quanto ci vuole?” sappi che, proprio per ciò di cui abbiamo parlato, ossia il fatto che un Cambiamento lavorativo ha a che fare non solo con gli strumenti che io ti metto a disposizione, ma anche con la tua vita, e questa è per sua natura non prevedibile, ci vorrà il tempo che ci vorrà.

So benissimo che in giro c’è chi promette la creazione di business in sette giorni o in tre semplici mosse ma, come dico sempre, faccio il mio lavoro in base ad un principio di realtà e finora non ho mai avuto evidenze concrete del fatto che questi approcci possano essere realistici.

Ma veniamo ora ai contenuti del percorso “Vita da Escaper”, ossia agli argomenti delle videolezioni di cui abbiamo parlato più sopra.

Una premessa importante: puoi entrare nel percorso in qualunque momento, perché troverai sempre disponibili tutti i moduli delle videolezioni e tutte le risorse di supporto di cui abbiamo parlato.

🟡 I CONTENUTI DEL PERCORSO

Per quanto riguarda le videolezioni: sono divise in nove moduli, corrispondenti a tutte le fasi del processo di preparazione, individuazione e creazione del tuo nuovo lavoro. 

Ogni videolezione è corredata di un workbook, che approfondisce i temi trattati e fornisce gli esercizi da fare.

Per alcune videolezioni è presente anche un file di Risorse utili per chi volesse fare un ulteriore approfondimento con link a libri, video e articoli a tema.

Si inizia con il modulo più importante, quello che serve per mettere le fondamenta al tutto ma che poi, per ovvie ragioni, ti accompagnerà sempre. 

Il Modulo 1, presente nella Masterclass iniziale, è dedicato infatti al Mindset, ossia ad insegnarti i sette principi sui quali lavorare per fare in modo di scardinare tutte le tue paure, blocchi e resistenze. 

Parleremo dunque di auto-criticismo, sindrome dell’impostore, fallimento e perfezionismo. Della paura di esporsi e di tutte le altre paure e resistenze. Questo è un modulo volto a rafforzare in te la convinzione che non hai niente di meno rispetto agli altri che hanno già fatto il loro Escape. Ma, come in tutto, sarà fondamentale che tu ti renda conto che solo tu hai in mano le redini del tuo destino. Non l’Universo, non la Legge dell’Attrazione o qualsiasi altra diavoleria mistica.

Torniamo insomma a quel “sì, ma…” di cui parlavamo all’inizio e ci lavoriamo insieme, perché ovviamente se ti sto dicendo queste cose e se, come vedrai, c’è chi questo Cambiamento lo ha già fatto, allora vuol dire che, con il giusto Mindset, lo si può fare nonostante tutto ciò che c’è dopo il “sì, ma…”

Il Modulo 2, contenuto sempre nella Masterclass iniziale, è invece dedicato alla definizione del tuo nuovo progetto lavorativo. È un modulo adatto sia a chi ha già un’idea che a chi non ha la più pallida di cosa poter fare. 

L’obiettivo è quello di capire cosa può farti stare bene e migliorare la tua vita. E quindi non parliamo di “come fare un sacco di soldi” ma di come individuare un’attività che può dare Senso alla tua vita e al contempo farti guadagnare il giusto per vivere serenamente. Sarà qualcosa che per te sarà imprescindibile e che non potrai fare a meno di realizzare perché è ciò che sei destinat* a fare. Ovvero la tua Mission! Per arrivare a questo però dovrai fare un vero e proprio atto di fiducia, perché per capire cosa è giusto per te non devi partire, come ti dicevo, dai soldi quanto da TE. 

Anche e soprattutto se stai continuando a pensare che in te non c’è nulla di tutto questo. Perché, ti assicuro, è ciò che prima di iniziare pensavano tutti quelli che non avevano ancora una Mission. 

Poi, ovviamente, lavoreremo anche su come monetizzare il tutto, visto che l’obiettivo non è quello di creare un nuovo hobby ma un nuovo lavoro!

Nel Modulo 3, grazie al lavoro fatto nei primi due moduli, inizieremo a ragionare sul fatto che la grande rivoluzione nel passaggio da dipendente a indipendente è che ora l’oggetto del tuo lavoro sei TU.

Questo comporta la necessità di imparare a comunicare al meglio. Anche se non sei una persona super tecnologica e/o non hai alcuna esperienza di questo tipo, oppure ti vergogni, non preoccuparti! Ogni cosa che faremo in questo modulo sarà pensata per rendere tranquillo e sereno questo passaggio, e soprattutto senza chiederti di passare la vita su Instagram. Piuttosto, andremo a capire chi è e come raggiungere il tuo cliente ideale, utilizzando i mezzi e il linguaggio a te più congeniale.

A seguire, nel Modulo 4 andremo a creare e impacchettare i tuoi prodotti/servizi utilizzando un metodo facile e uno schema chiaro.

Ne definiremo il concept, le modalità e gli obiettivi. E lavoreremo poi insieme sul definire il prezzo, senza ansie e ancora una volta con il mindset giusto. 

Sarà questo il momento in cui inizierai a vedere con i tuoi occhi come potrai, con il tuo business, avere un impatto sugli altri e, nel contempo, sentirti appagat* e soddisfatt* perché si creerà un perfetto allineamento tra i bisogni del tuo cliente ideale e i tuoi desideri.

Nel Modulo 5 poi, entriamo nel vivo iniziando la fase, importantissima, di test dei tuoi prodotti/servizi.

Ti insegnerò tutti gli strumenti utili per sondare il terreno, proporti e iniziare ad avere feedback utili per affinare il tutto. Imparerai a raccogliere e utilizzare queste informazioni in vista della fase di lancio vera e propria e potrai perfezionare il lavoro fatto nel Modulo 3. In questo modulo, come ti dicevo prima, sarà importantissimo, se vorrai, il supporto delle persone presenti nel gruppo Facebook, perché sarà con loro che potrai iniziare a sperimentare e a metterti alla prova, aggirando così all’inizio eventuali insicurezze e l’immancabile vergogna!

Nel Modulo 6 procederemo con il lancio vero e proprio del tuo progetto.

Esploreremo tutto ciò che ti servirà: dalle modalità di comunicazione via mail a quelle social, su quali principi basare le azioni di marketing, come realizzare un freebie e come creare dei post da sponsorizzare. Forte dei risultati della fase di test, avrai tutto ciò che ti serve per partire e iniziare a farti scegliere dai tuoi clienti.

Nel Modulo 7, poi, ti illustrerò tutte le modalità utili a far crescere ulteriormente il tuo progetto.

Ovvero: come creare nuovi prodotti/servizi che generino vendite passive, come aumentare il valore dei tuoi prodotti/servizi, come impostare un’attività di pubbliche relazioni che ti permetta di farti conoscere anche al di là dei social. Tutto questo ti permetterà di raggiungere gradualmente una serenità economica e, soprattutto, di lavorare un numero di ore che sia giusto per lo stile di vita che desideri.

Nel Modulo 8 ti aiuterò invece con tutto ciò che riguarda l’organizzazione del tempo, delle modalità di lavoro e delle risorse economiche.

Si tratta di tre aspetti importantissimi per imparare a lavorare in maniera indipendente.

Infine, nel Modulo 9, affronteremo le questioni legate alla fiscalità e alla Partita IVA.

Ovvero le domande “necessarie” che si pongono tutt* ad un certo punto del loro percorso di transizione.

🟡 I BONUS E IL VIDEOCORSO ESCAPE.

In Vita da Escaper sarai affiancata/o da persone esperte che ti supporteranno con la loro esperienza nel portare a termine i vari passi del percorso.

Ho scelto queste persone tra chi ha lavorato con me in passato, e quindi magari è partito come te da zero, e chi ha una vastissima esperienza riguardo agli argomenti del percorso.

Avrai dunque supporto su come impostare al meglio il tuo Mindset, sbloccarti sui social, creare la tua pagina di vendita e/o la tua newsletter, realizzare il tuo sito web o il tuo videocorso, definire al meglio i tuoi obiettivi, organizzare il tuo lavoro e le tue risorse economiche, conoscere la fiscalità ecc. ecc.

Al momento sono presenti 19 bonus, uno è in arrivo, e via via ne verranno aggiunti altri in base alle esigenze che emergeranno.

Questa, ti assicuro, è davvero una miniera di risorse pratiche, utili e alla portata di tutte e tutti!

Inoltre, con l’ingresso a Vita da Escaper avrai anche l’accesso al videocorso “Escape! Cambio Lavoro, Vivo Felice” che ti sarà utile per avere sin da subito una panoramica dei temi che poi affronteremo più in dettaglio nel percorso, e al quale ti rimanderò ogni volta sarà necessario.

🟡 IN CONCLUSIONE

Come ormai avrai intuito, in Vita da Escaper c’è veramente tutto ciò che ti serve per realizzare il tuo Piano B.

Ti ho raccontato infatti all’inizio da dove sono partita proprio perché volevo fosse chiaro che il mio intento era realizzare un percorso che potesse davvero accompagnare le persone in ogni fase del processo di Cambiamento.

Certo, come dicevamo, essendo tutte persone diverse ci sarà sempre spazio per l’imprevisto, per situazioni particolari, per una richiesta personale.

Ed è per questo motivo che il percorso non è passivo ma mi vede sempre disponibile per supportare ogni esigenza e risolverla al meglio.

E, aggiungo una nota finale, mi occupo di tutto questo da tanti anni, sono l’unica Escape Coach in Italia e credo fermamente nel fare il proprio lavoro con onestà ed etica.

Non mi sentirai mai prometterti la Luna o successi stellari, per i motivi che ormai conosci.

Ma di sicuro posso aiutarti a concederti la tua Possibilità.

Vedrai che sarà un bel viaggio e, soprattutto, che lo faremo sempre insieme!

Ti aspetto qui.